Posts Tagged ‘detrazione 36% lavori ristrutturazione’

Il Fisco sulla Casa

lunedì, gennaio 14th, 2013

Per iniziare il 2013, dal momento che ormai pensando alla casa le prime emozioni che vengono evocate non riguardano il benessere dell’abitare o la tranquillità di avere un immobile da adibire ad abitazione della propria famiglia, ma a quanto costa annualmente questo “lusso”, abbiamo pensato di regalare la guida elaborata dal’Agenzia delle Entrate che riepiloga la tassazione relativa alla proprietà, alla locazione ed alla compravendite di immobili.

La guida è effettivamente molto semplice e chiara a quindi la consigliamo a tutti i nostri lettori.

Cliccate qui sotto per scaricarla

GUIDA ALLA TASSAZIONE SUGLI IMMOBILI

Si tratta di un estratto dell’Annuario del Contribuente ed è piuttosto completo. I temi trattati sono i seguenti:

1. LA TASSAZIONE SUGLI IMMOBILI
– Classificazione e rendite catastali degli immobili
– L’Irpef dovuta sugli immobili
– La tassazione degli immobili all’estero
– L’imposta municipale propria
2. LE IMPOSTE SULLE COMPRAVENDITE
– L’acquisto di fabbricati ad uso abitativo
– L’acquisto della prima casa
– Il credito d’imposta per il riacquisto della prima casa
– Quando si vende un immobile
3. LE LOCAZIONI
– Il regime ordinario di tassazione
– Il sistema della “cedolare secca”
– Registrazione dei contratti e pagamento dell’imposta di registro
4. LA SUCCESSIONE E LA DONAZIONE DI IMMOBILI
– Le imposte sugli immobili ereditati
– La dichiarazione di successione
– Le donazioni di immobili
5. AGEVOLAZIONI SU RISTRUTTURAZIONI E CONSEGUIMENTO DI RISPARMIO ENERGETICO
– La detrazione del 36% per l’acquisto e la ristrutturazione
– La detrazione del 55% per interventi di risparmio di energia

Se avete dubbi o chiarimenti da richiedere il nostro staff è a disposizione

Hai trovato interessante questo articolo e vuoi essere aggiornato ad ogni novità?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Detrazione 36% acquisto immobile ristrutturato

lunedì, agosto 29th, 2011

Con il D.L. 83 del 22.06.2012, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012, è stato introdotto un maxisconto del 50% sulle ristrutturazioni, valevole anche per l’acquisto di immobili facente parti di edifici interamente ristrutturati.

Sino al 30 giugno 2013 la detrazione sarà quindi al 50% mentre successivamente tornerà ad operare la detrazione del 36%, come spiegato nel proseguo della trattazione.

L’art.1, comma 17, lett. b), della legge 244/2007 (legge Finanziaria 2008) ha ripristinato la detrazione IRPEF del 36% per l’acquisto di unità immobiliari facenti parte di edifici interamente ristrutturati da imprese di costruzioni o da cooperative che provvedano anche alla successiva vendita o assegnazione, introdotta per la prima volta dal 1° gennaio 200210, ed in vigore fino al 30 giugno 2007. Da ultimo, l’art.2, comma 10, lett.c, della legge 191/2009 (Finanziaria 2010), ha ulteriormente prorogato i termini di applicazione di tale beneficio fiscale.
Pertanto, l’applicabilità dell’agevolazione è attualmente riconosciuta nel rispetto delle seguenti condizioni:

  • i lavori di recupero devono consistere tassativamente in interventi di restauro o risanamento conservativo o di ristrutturazione edilizia (art.31, primo comma, lettera c, d, legge 457/78, trasfuso nell’art.3 del Testo Unico dell’edilizia, D.P.R. 380/2001);
  • tali lavori devono essere eseguiti sull’intero fabbricato dal 1° gennaio 2008 ed entro il 31 dicembre 2012;
  • il rogito deve avvenire entro il 30 giugno 2013. Il beneficio si applica anche in caso di vendita di una singola unità abitativa, in quanto non è richiesta la cessione contestuale di tutte le unità immobiliari;
  • i predetti lavori devono essere realizzati da una impresa di costruzione o ristrutturazione, ovvero da una cooperativa edilizia, che provvede alla successiva vendita o assegnazione dell’immobile agevolato.

Per questa fattispecie, la detrazione del 36% (da ripartire in 10 quote annuali costanti) va calcolata forfetariamente, su un importo pari al 25% del corrispettivo di acquisto, da assumere nel limite massimo di 48.000 euro per unità immobiliare.
Conseguentemente, in presenza di più soggetti che sostengono le spese per l’acquisto di una singola abitazione ristrutturata, la detrazione spetta nel limite massimo di 48.000 euro, da suddividere fra i diversi comproprietari, in base al costo di acquisto sostenuto da ciascuno di essi.

ESEMPIO 1

Prezzo dell’unità abitativa = €100.000*
Importo ammesso in detrazione:
25% x €100.000 = €25.000 (importo inferiore al limite massimo di €48.000)
Importo detraibile:
36% x €25.000 = € 9.000
Importo complessivamente detraibile = € 9.000 in 10 anni

ESEMPIO 2

Prezzo dell’unità abitativa = €500.000*
Importo complessivo ammesso in detrazione: 25% x €500.000 = €125.000
Opera il limite di €48.000 per unità immobiliare
Importo detraibile:
36% x €48.000 = € 17.280 in 10 anni

* Nel prezzo d’acquisto è compresa anche l’IVA (C.M. n.24/E del 10 giugno 2004)

Sostanzialmente per ogni immobile il cui prezzo superi € 192.000 (il cui 25% corrisponde a € 48.000) l’importo massimo detraibile corrisponde a € 17.280 da “spalmare” in 10 anni.

Per richieste o commenti, siamo a disposizione!

Hai trovato interessante questo articolo e vuoi essere aggiornato ad ogni novità?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER